I SINTOMI DEL MAL DI SCHIENA E DIAFRAMMA

I sintomi in questo caso sono quelli di un mal di schiena latente e costante, che muovendosi un po’ migliora, ma che peggiora stando per parecchio tempo nella stessa posizione.Un segno classico è il dolore al mattino al risveglio oppure la difficoltà a trovare la posizione a letto per riposare.Anche stare seduti parecchie ore alla scrivania può essere difficile in caso di mal di schiena dovuto al diaframma, poichè la posizione seduta comprime i visceri, limitando il suo movimento. Solitamente l’attività fisica non è accompagnata da dolore, poichè mettendo in moto il corpo e forzando la respirazione, il diaframma riesce a ridurre la sua tensione.

Quando il diaframma è coinvolto nel mal di schiena, il dolore non si dovrebbe sentire nuotando, correndo, o praticando sport. Ovviamente questa situazione di assenza di dolore durante l’attività fisica può variare per altri fattori che si possono essere sommati nel tempo.

Mal di schiena e diaframma: emotività , stress, respirazione. Molte volte al diaframma si attribuiscono anche ruoli e collegamenti di natura emotiva o psicologica: non si tratta di esoterismo, ma reali e strette relazioni!

La persona con uno stato emotivo caratterizzato dall’ansia, o da stress e preoccupazioni, senza rendersene conto modifica il suo modo di respirare, solitamente “paralizzando” il diaframma e muovendo solo la parte alta del torace.